26 nov. – Pinocchio, ceramiche sonore di Malbis Alderotti

Pinocchio – la terra, il fuoco, l’acqua, il soffio
Le ceramiche sonore di Malbis Alderotti
a cura di Raimondo Vacca
dal 26/11 al 2/12/2017 Le Curandaie, via D. Cirillo 2L
(per gli orari di visita, telefonare allo 055 538 5341)

Inaugurazione domenica 26 novembre 2017, ore 16.30
26 novembre e 2 dicembre Laboratorio con l’Artista, dalle 16.30 alle 18.30 per adult* e bambin*

Con la collaborazione del Comune di Firenze, Quartiere 2

“In queste singolari opere, Alderotti, figulo virtuoso della ceramica a fiato, da un lato reinventa un Pinocchio mnemonico avvolto dalle nebbie dei ricordi dell’infanzia e dall’altro dà forma a un Pinocchio lunare e comico, impiegando la ceramica in maniera originale e spregiudicata ma capace di suscitare stupore. Nella sua messa in scena degli episodi del classico di Carlo Lorenzetti, la storia del burattino diventa più terrificante, più enigmatica ma anche più carica di malcelata ingenuità. Ne risulta un Pinocchio decisamente cupo ma con una vasta eco di simboli e metafore. In particolare nelle ceramiche sonore foggiate con le sole mani, prende vita un Pinocchio insieme umano, animalesco, arboreo e ultraterreno, caratterizzato da una forte tensione teatrale. […]

Malbis Alderotti
Morto e immediatamente risorto a Certaldo, vive o vegeta.
Per principio non paga mai il biglietto del bus, il caffè, l’aperitivo, l’argilla, gli smalti e i servizi di fornace (nemmeno il fotografo e il grafico!).
Sostiene di essere lui l’inventore di Pinocchio. Spesso parla con lingua biforcuta inoltrandosi nei perché della vita in maniera maldestra.
Dopo un bicchiere di vino, sostiene teorie strampalate sull’origine dell’Arte.” Raimondo Vacca

Lascia un commento

*